Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

Lasik con femtolaser (SBK)

Il futuro della chirurgia refrattiva.

La LASIK con il LASER A FEMTOSECONDI rappresenta la nuova frontiera della chirurgia refrattiva. Il laser a femtosecondi è in grado di affidare quasi totalmente l'intervento alla tecnologia. Il laser si sostituisce alla figura umana e la sua natura di strumento di precisione rende l'intervento ancora più sicuro riducendo ulteriormente le possibili complicanze legate alla creazione del flap corneale, fase cruciale della LASIK.

La differenza consiste nella tecnica di creazione del lembo di tessuto corneale: nella LASIK è usato il microcheratomo, uno strumento meccanico con una lama guidata dalla mano del chirurgo, mentre nella FEMTOLASIK a incidere la cornea è il LASER A FEMTOSECONDI, che crea un flap corneale in modo computerizzato e con uno scarto di pochi millesimi di millimetro.
Il flap corneale si ottiene con la formazione di microbolle d'aria nello spessore della cornea: in questo modo si realizza uno slamellamento della cornea invece che un vero e proprio taglio. In caso di flap incompleto o irregolare è sufficiente non sollevare il lembo, che si cicatrizza in poche ore e riprogrammare l'intervento 2 settimane dopo.

Le indicazioni, i disturbi e il recupero visivo sono gli stessi della LASIK convenzionale.
il Dott. Nizzola esegue questo tipo di intervento al Poliambulatorio Chirurgico Modenese, uno dei pochi centri in Italia a possedere questa tecnologia rivoluzionaria e ad utilizzatarla di routine.

Contattaci per eventuali informazioni

* Tutti i campi sono obbligatori