Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

Cataratta

Sintomi e complicanze della cataratta all’occhio

La cataratta è la progressiva opacizzazione della lente del nostro occhio, chiamato cristallino.
La cataratta può essere di natura diversa: congenita, traumatica, metabolica e senile.

  • La cataratta congenita è dovuta ad alterazioni durante lo sviluppo fetale e si presenta fin dalla nascita.
  • Il diabete e la cataratta sono spesso presenti insieme, dal momento che il diabete è la principale, ma non l'unica, causa di cataratta metabolica.
  • La cataratta senile colpisce in maniera molto variabile e l'età d'insorgenza varia tra i 45-50 anni e i 90 anni. Tra le varie tipologie si riconoscono la cataratta nucleare, la cataratta corticale e la cataratta sottocaspsulare posteriore.

In caso di cataratta e miopia elevata, l'insorgenza della prima è molto precoce.
I sintomi della cataratta sono la visione progressivamente sfocata, in particolare da lontano, l'aumento della sensibilità alla luce durante il giorno e la visione di aloni intorno alle luci di notte.

L'intervento di cataratta consiste nella sostituzione del cristallino naturale con un cristallino artificiale di materiale biocompatibile. Il cristallino artificiale è eterno e sempre trasparente, ma nella cataratta secondaria si opacizza la capsula posteriore che sostiene la lente dentro l'occhio.

La cataratta secondaria si corregge con un piccolo e semplice trattamento YAG laser indolore e definitivo. Il cristallino artificiale nella cataratta è calcolato su misura per correggere, in rapporto alle diverse esigenze e richieste dei pazienti, i diversi difetti di vista: miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia.

L'intervento per la cataratta