Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

Intervento per presbiopia

Operazione chirurgica per la correzione della presbiopia

Non esiste un vero e proprio intervento di presbiopia, bensì una serie di accorgimenti che vengono messi in atto per migliorare la visione per vicino senza occhiali.

La prima strategia per correzione della presbiopia è la monovisione, che può essere adottata nella correzione con occhiali o lenti a contatto, nella chirurgia della cataratta/facorefrattiva e nella chirurgia con laser ad eccimeri (PRK o LASIK).
Nel trattamento della presbiopia con la monovisione è corretto in modo ottimale l'occhio dominante per lontano, mentre l'occhio controlaterale viene lasciato miope; in caso di miopia e presbiopia l'occhio viene sottocorretto, in caso di ipermetropia e presbiopia l'occhio viene ipercorretto.

Un altro intervento di correzione consiste nell'utilizzo di un cristallino artificiale multifocale o accomodativo in caso di intervento di cataratta o di facorefrattiva:

  • le lenti intraoculari monofocali danno un'ottima visione per lontano, ma non correggono tale difetto;
  • le lenti accomodative curano parzialmente la presbiopia consentendo una buona visione alle distanze intermedie;
  • le lenti multifocali correggono la presbiopia lasciando i pazienti senza occhiali sia per lontano che per vicino.

I tempi di recupero post-operatori dopo gli interventi laser per la presbiopia variano da 1 giorno per la LASIK, la FEMTOLASIK, ad 1 settimana per la PRK.
I pazienti sottoposti a trattamento chirurgico intraoculare per la presbiopia tornano alle proprie attività dal giorno successivo all'intervento agli occhi.

Contattaci per eventuali informazioni

* Tutti i campi sono obbligatori