Miopia

Visione normale
Occhio con miopia

Che cos’è la Miopia? Miopia degenerativa, patologica, congenita e progressiva.

La miopia è un difetto di vista non congenito dovuto ad un’eccessiva crescita in lunghezza dell’occhio. Al momento della nascita i bambini presentano un occhio leggermente più piccolo/corto di quello degli adulti. Con l’andare dell’età l’occhio cresce, diventa più lungo, ma se questo processo non si arresta ad un certo punto l‘occhio diventa miope. In un occhio miope i raggi di luce che entrano vengono focalizzati davanti alla retina invece che sulla retina stessa.

Le cause

In molti casi, in particolare quando la miopia inizia molto presto, vi è una predisposizione genetica alla miopia. Non è raro infatti trovare ragazzi miopi che hanno genitori miopi, in particolare in presenza di miopie particolarmente elevate. Gli studi di genetica hanno rilevato che la miopia non è dovuta ad un unico gene alterato, ma è una predisposizione multigenica. Oltre a cause genetiche, molto importante per la genesi di questo difetto di vista è il tipo di lavoro a cui sottoponiamo i nostri occhi. L’occhio umano è stato fatto dalla natura per un animale cacciatore diurno e per questo motivo vede molto bene e senza sforzo da lontano. Quando noi vediamo da vicino l’occhio deve fare uno sforzo per mettere a fuoco, questo fenomeno si chiama accomodazione. Gli occhi delle persone che passano tante ore al giorno per tanti anni a guardare da vicino hanno una maggiore incidenza di miopia perché l’occhio si adatta e diventa più lungo con il preciso scopo di dovere accomodare meno e fare quindi meno fatica. Qualsiasi attività prolungata da vicino stimola la formazione della miopia, come leggere o guardare il computer/telefono cellulare.

Sintomi

Il paziente miope vede molto bene da vicino, ma vede sfocato da lontano. Il problema da lontano aumenta con l’aumentare della miopia e comporta spesso la necessità di dover portare sempre lenti a contatto od occhiali.

Diagnosi

La diagnosi di miopia viene fatta con i normali sistemi di misura dei difetti refrattivi, come l’autorefrattometria e la schiascopia. L’ultimo e più evoluto sistema di quantificazione della miopia è l’aberrometria corneale, in grado di misurare sia i difetti visivi di basso ordine, come la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo, sia le aberrazioni di alto ordine, come la come ed il trifoglio.

Cura

La miopia può essere corretta con tutti gli interventi di chirurgia corneale, come la PRK, la LASIK e la SBK. La miopia può inoltre essere corretta con metodiche intraoculari, come l’impianto di lenti fachiche o l’impianto di IOL nel corso di un intervento di cataratta.

Richiedi informazioni

Compila con i tuoi dati il form qui di seguito e sarai contattato al più presto dal nostro personale.

Letta l'informativa sulla Privacy, accetto le condizioni. *

* Campi obbligatori